• Home
  • News
  • Come seguire la Champions e vivere felici: bentornata Champions!

Come seguire la Champions e vivere felici: bentornata Champions!

Uefa Champions League 2020: bentornata Champions!

E meno male che ritorna la Uefa Champions League. Sarebbe una cosa abbastanza normale,
in fondo ritorna tutti gli anni dal 1956. Ma ogni anno fa storia a sé.
Ogni UCL ha il fascino della partenza. L'odore del libro nuovo. Quello della vernice fresca.
Delle sciarpe tirate fuori dal cassetto. Delle ricerche su internet per trovare un volo ed un
albergo low cost più low cost che si può. Del ripasso della geografia, stagione dopo stagione.
Perché niente, nemmeno tredici anni di scuola dell'obbligo, ti insegnano a conoscere meglio l'Europa.
Ogni anno le solite certezze (Madrid, Londra, Parigi, Barcellona, Liverpool, Manchester, Torino, Milano,
Napoli, Monaco di Baviera, Amsterdam, Lisbona). E ogni tanto le novità (questa stagione Genk,
Salisburgo, Zagabria, Lipsia e Bergamo).

Uefa Champions League Millennium StadiumLa Coppa ti fa respirare. Ti fa credere che l'Europa sia davvero unita e che siamo davvero tutti uguali. Almeno nella fase a gironi. Poi agli ottavi di finale ci vanno gli altri e la tua squadra ritorna alla sua dimensione minuscola e dimessa, da periferia pallonara del continente. Io tifo Napoli e lo so bene. Siamo alla nostra settima partecipazione tra Coppa dei Campioni e Champions League: non abbiamo mai giocato davvero male - anzi, certe notti abbiamo giocato davvero bene - eppure non abbiamo mai superato gli ottavi di finale. Qualche signora d'Europa (Real Madrid, Chelsea, Arsenal, Liverpool e di nuovo Real Madrid) ha sempre tenuto a ricordarci che siamo i parvenu, quelli che ad un certo punto del banchetto devono togliere il disturbo e spero proprio che quest' anno riusciremo a stare a tavola almeno un turno in più.

Si riparte dal Liverpool campione che nella finale del 1° giugno al Wanda Metropolitano di Madrid ha battuto il Tottenham, arrivato per la prima volta all' atto conclusivo, finalista perdente e finora mai vittoriosa. Al Tottenham dedicherò un capitolo della nuova edizione del mio libro sulle squadre finaliste perdenti di Champions (ho pure in mente il titolo, ma per adesso lo tengo per me). Dietro scalpitano ovviamente gli Spurs, che hanno una gran voglia di rivincita, i soliti Manchester City e Paris Saint Germain dei due cugini sceicchi che finora hanno speso il PIL di una piccola nazione caraibica per essere sbattuti regolarmente fuori ai quarti di finale. C’è anche il Bayern Monaco sempre teutonicamente tostissimo, e poi un Real Madrid che la stagione passata ha fatto sincera pena e la Juve di Cristiano Ronaldo, che ormai vive la vittoria in Champions come un'ossessione.

Champions leauge 2020 Millennium StadiumSuoni. E colori. Il suono dell'inno della Champions League, che vi sarete chiesti mille volte cosa cavolo dice e in realtà il coro lirico canta semplicemente “questi sono i campioni” (originale, vero?) in italiano, francese, tedesco, spagnolo e inglese. Il suono delle curve. Il You'll Never Walk Alone della Kop del Liverpool. La pañolada dei tifosi del Real che sventolano i fazzoletti se la loro squadra sta facendo schifo. Il The Champioooooooons urlato talmente forte da tutto lo stadio San Paolo che i sismografi dell'osservatorio di Capodimonte si mettono in azione come se ci fosse il terremoto. E poi i colori. Le sciarpe distese dei tifosi dell'Arsenal all'Emirates Stadium. I volti dipinti di bianco e rosso degli ultrà dell'Atletico. L'immensa bandiera (copre tutta la curva) che i tifosi della Dinamo srotolano a Zagabria. Per la prima volta in assoluto i suoni e i colori dei tifosi della Dea, con l'Atalanta e Bergamo tutta che, in questo calcio più milionario e più metropolitano che mai, rovesciano tutta la bellezza della provincia nella massima espressione dell'Europa del pallone (e sarà interessantissimo vedere fino a dove riusciranno a spingerla).

Il 17 settembre questa magia ricomincia. E' una magia buona. E speriamo senza troppi trucchi.

#UCL1920

sport


© 2018 Felice Panico. All rights reserved.
Testi, locandine, materiale fotografico e video sono coperti da copyright. Tutti i diritti riservati.
Privacy policy